NavigliToday

Liceo Brera, l'odissea della biblioteca: "Aperta poche ore, così è inutile"

Le vicende della biblioteca della sede distaccata (che conta 700 studenti): prima chiusa per mesi, poi riaperta ma per poche ore al giorno e senza prestito. Le proteste di docenti, genitori e studenti

Repertorio

Se una biblioteca che resta chiusa è sempre un problema da risolvere, il fatto che una biblioteca interna ad una scuola lo sia è ancora più preoccupante, perché non ha soltanto una funzione didattica (comunque importante), ma anche uno scopo formativo, abituando i ragazzi all'attività di ricerca che, in alcuni contesti, si dà poi come conoscenza acquisita.

Siamo alla sede distaccata del Liceo artistico Brera in via Papa Gregorio XIV, quasi 700 studenti, a due passi dalla basilica di San Lorenzo e da piazza Vetra. Liceo artistico: qui la biblioteca è ancora più importante che in una qualunque scuola superiore perché gli studenti hanno un costante bisogno di consultare testi d'arte, che spesso sono molto costosi e quindi non si acquistano. Addirittura, la consultazione in aula è prevista durante la seconda prova dell'esame di Stato, che dura tre giorni consecutivi.

9 ore alla settimana

Genitori, insegnanti e ovviamente studenti speravano che, con l'inizio dell'anno scolastico 2018/2019, il problema si sarebbe risolto. Invece, a un mese dall'inizio delle lezioni, la situazione è la stessa dell'anno precedente: la biblioteca è formalmente aperta per nove ore alla settimana, smistate su vari giorni (lunedì e venerdì un'ora, martedì e giovedì due ore, mercoledì tre ore), un po' meglio che nel 2017/2018 quando le ore di apertura erano una al giorno, ma con due criticità.

Primo, è comunque un orario insufficiente: ai ragazzi di solito non è permesso, per ovvi motivi, assentarsi da una lezione in corso per recarsi in biblioteca e consultare libri. Se invece la biblioteca restasse aperta per tutto l'arco del tempo, i ragazzi potrebbero recarvisi anche durante le ore buche o gli intervalli, nonché durante le ore di lezione durante lavori in classe di pittura o scultura. Secondo, fonti interne riferiscono a MilanoToday che in realtà la biblioteca resta chiusa anche nelle ore in cui dovrebbe essere aperta stando al cartello appeso fuori dalla porta.

La chiusura e la riapertura (per un'ora al giorno)

Il cortocircuito si è avviato quando una docente con funzione di bibliotecaria, che da 20 anni lavorava presso la biblioteca di via Papa Gregorio, durante l'esame di Stato del 2017 è stata trasferita nella biblioteca della sede centrale di via Hajech. Con il risultato che in via Hajech le bibliotecarie sono diventate due e in succursale in via Papa Gregorio, inizialmente, il locale non è stato più presidiato da nessuno, con biblioteca chiusa per diversi mesi.

Durante l'anno scolastico 2017/2018 i genitori hanno organizzato una raccolta firme da mandare all'ufficio scolastico regionale, cui è seguita la riapertura della biblioteca solo per un'ora al giorno, senza però il prestito, assegnandone la gestione a due docenti non bibliotecarie. Ma così, lamentano i genitori e gli studenti, la biblioteca è poco fruibile. E anche durante la seconda prova scritta dell'esame di Stato del 2018 non è stato possibile consultare i testi come d'abitudine.

Il bando per biblioteche innovative

Nella vicenda si è inserito un bando ministeriale per finanziare (con 10 mila euro ciascuno) progetti innovativi presentati dalle biblioteche scolastiche, a cui il Liceo Brera ha deciso di partecipare proprio per la biblioteca di via Papa Gregorio. Tra i requisiti del bando, l'innovazione informatica e (imprescindibile per ottenere il finanziamento) l'apertura al quartiere della biblioteca, per rendere il servizio bilbliotecario disponibile al territorio. Il bando è stato vinto, ma questo pare avere aumentato le criticità. 

Si è infatti deciso di procedere alla ricatalogazione di tutto il materiale in possesso della biblioteca. Questo lavoro è stato affidato ad una agenzia esterna, utilizzando parte dei 10 mila euro finanziati. Ci si può chiedere se vi fosse bisogno di pagare qualcuno per questo lavoro, avendo a disposizione una docente bibliotecaria. 

La catalogazione dovrebbe comunque ormai essere ultimata. Usiamo il condizionale perché, in questo momento, è difficile stabilire a che punto sia il procedimento, visto che nei fatti la biblioteca dovrebbe essere ufficialmente aperta poche ore alla settimana ma, come si diceva, gli studenti l'hanno trovata chiusa anche in orari di apertura. Nel frattempo, la scuola avrebbe pronto un nuovo regolamento per la biblioteca da fare approvare al consiglio d'istituto, forse per adeguarlo al bando sulle biblioteche innovative. 

Purtroppo, ad un mese dall'inizio delle lezioni, la situazione è ancora in stallo. Gli studenti, i docenti e i genitori chiedono semplicemente che il servizio bibliotecario torni al più presto alla continuità di sempre; fino a quando, perlomeno, una docente bibliotecaria se ne occupava a tempo pieno.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Normalmente nelle scuole mancano gli strumenti o materiale che dovrebbero essere garantiti. Il paradosso, in questo caso, è che ci sono testi di fondamentale importanza per la formazione, non consultabili! Davvero vergognoso! Non sarà una soluzione risolutiva e duraturo, ma un autogestione dello spazio, potrebbe smuovere gli inetti!!

    • duratura

Notizie di oggi

  • Video

    Sesso, cibo e pane in cambio di una dose: con i carabinieri tra i "fantasmi" di Rogoredo. Video

  • Video

    Inter-Psv 1-1, video gol e highlights: Icardi non basta, i nerazzurri fuori dalla Champions

  • Cronaca

    Milano, follia nella scuola elementare: maestro preso a pugni in faccia dallo zio di un bimbo

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

I più letti della settimana

  • Selvaggina, idromele: a Milano arriva Valhalla, il primo ristorante vichingo d'Italia

  • Milano apre un nuovo Esselunga: ecco come sarà il superstore

  • Tragedia al concerto del trapper milanese Sfera Ebbasta: sei morti e otto feriti gravi

  • Blocco del traffico a Milano da venerdì 7 dicembre: superati i limiti polveri sottili (PM10)

  • Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

  • Fabrizio Corona aggredito al bosco della droga di Rogoredo

Torna su
MilanoToday è in caricamento