NavigliToday

Residente antimovida scatenata: otto ricorsi contro la piattaforma in Darsena

La piattaforma servirebbe a realizzare eventi e manifestazioni

Repertorio

Una residente nel quartiere dei Navigli sta combattendo una guerra a tutto campo contro l'installazione di una piattaforma galleggiante in Darsena, che permetterà di organizzare eventi e inevitabilmente aumenterà la movida nell'ex porto di Milano. La piattaforma, intanto, è praticamente "ferma" al blocco di partenza, dopo la gara di assegnazione al gestore. E sono passati 10 mesi.

La movida a Milano vale 31 miliardi all'anno

I ricorsi (otto in tutto) sono stati presentati al Tar (quattro) e al presidente della Repubblica (altrettanti). La donna contesta la delibera di gara e la gara vera e propria, ma di fondo c'è chiaramente la preoccupazione che la zona diventi invivibile per chi vi risiede. Il Comune di Milano si è costituito in giudizio come da prassi. Al Tar i quattro ricorsi verranno discussi il 24 gennaio del 2019.

Le regole della movida

Il bando per portare la movida in Darsena è stato pubblicato nel mese di ottobre del 2017. La richiesta era di progettare manifestazioni ed eventi commerciali ed espositivi per non più di 80 giorni all'anno, preferibilmente in due fine settimana al mese non consecutivi. L'aggiudicatario dovrebbe anche realizzare strutture mobili (sempre per non più di 80 giorni all'anno) sulla sponda settentrionale per vendita ed esposizione di fiori, libri antichi, quadri e così via. 

Stringenti gli orari per qualunque genere di attività: dalle 8 alle 20 nei giorni feriali, dalle 9 alle 23 in quelli festivi e prefestivi. Divieto di schermi luminosi troppo grandi e di somministrare cibi e bevande. Con circa 100 mila euro di offerta di canone annuo (per un massimo due anni), cioè quasi il doppio della base d'asta, Aadv e Seed Events si sono aggiudicate la gara della gestione della piattaforma.

Regole predefinite e precise, quindi, proprio per evitare che la Darsena, grazie alla piattaforma, si trasformi in un centro di "movida permanente" a danno dei residenti. Ma, nel frattempo, secondo quanto riferiscono i vincitori della gara, il dialogo col Comune di Milano si sarebbe pressoché interrotto. E Natale è ormai alle porte. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ben fatto, in nome degli incassi rovinano la vita ai residenti!

  • Tipica dannosa inconcludenza della giunta Sala. A casa!!!!

  • AADV e Seed Events si sono aggiudicate la gara....probabilmente c' erano solo loro. I gabbiani ringraziano.

Notizie di oggi

  • Incendi

    Incendio, cala la diossina: si possono tenere aperte le finestre

  • Incidenti stradali

    Auto si ribalta più volte: ragazza di 22 anni in fin di vita al San Raffaele

  • Attualità

    Cestini usati per i rifiuti domestici, brutta abitudine in aumento: Amsa scende in campo

  • WeekEnd

    Cosa fare a Milano dal 19 al 21 ottobre

I più letti della settimana

  • Donna di 39 anni muore in metro' a Cadorna: sul posto polizia e 118

  • Vastissimo incendio in via Chiasserini a Milano: fiamme visibili da chilometri

  • 16enne si sente male a scuola: morta

  • Milano, ecco perché fumo e odore di bruciato vengono avvertiti in quasi tutta la città

  • Forte odore di bruciato a Milano: boom di segnalazioni da piazzale Lotto a Città Studi

  • Incendio in via Chiasserini, allarme diossina: acceso un ventilatore per allontanare i fumi

Torna su
MilanoToday è in caricamento